Mangiapannolini, altro che bidone!

Del bidone ha la forma, simile a un contenitore dell’immondizia, ma se prendiamo per buona l’altra accezione del termine, che sta per bufala o bluff, allora davvero siamo fuori strada quando si parla di mangiapannolini. Altro che bidone! Il mangiapannolini è un salva-famiglie con neonati, una genialata che ci preserva dal morire asfissiati dalla puzza dei pannolini usati sparsi per casa. Per casa, certo, ci sono ancora ma il sistema di sigillarli in sacchetti monouso tipico della maggior parte dei mangiapannoini fa sì che fra le quattro mura l’aria torni respirabile. Peccato per il nome, che evoca orchi e mostri famelici, in realtà questo comodo strumento di igiene mangia sì, ma quello che deve smaltire liberandoci dai cattivi odori e igienizzando l’ambiente domestico.

Se proprio vogliamo essere pignoli e restare sulla terminologia di partenza, in cosa si differenzia un mangiapannolini da un normale bidone della spazzatura? Non per la forma, come abbiamo detto, perché basta guardarlo per capire che è simile in tutto e per tutto, ma per la funzionalità sì, certo! Mentre l’immondizia si butta là dentro il sacco e via, qui la progettazione del mangiapannolini fa sì che il pannolino, una volta inghiottito dal cosiddetto bidone, è come sparito nel nulla o, quantomeno, complice la chiusura ermetica del secchio non si sente più alcuna traccia maleodorante perché questo prodotto è pensato proprio per ammazzare i cattivi odori.

Ciò fa sì che per i neogenitori il mangiapannolini sia un sistema pulito e igienico di smaltimento che libera la casa da rifiuti puzzolenti, con buona pace di mamma e papà e dell’amato pupo artefice di chili e chili di  pestilenziali…ricordini. La soluzione per stappare le narici è il mangiapannolini e se ancora non ve ne siete procurato uno correte a farlo, non senza aver prima dato un’occhiata al sito www.mangiapannolino.it. Ne troverete di tutti i tipi nei negozi di articoli per l’infanzia o sui siti di shopping online, specializzati e non. Prima dell’acquisto valutate le dimensioni e in base alla quantità di pannolini da smaltire scegliete il mangiapannolini che fa al caso vostro. Non scordatevi le ricariche… dati i ritmi, potrebbero servirvi a stretto giro!