Citofoni senza fili, pro e contro

Nella scelta di un buon citofono wireless non gioca soltanto la tecnologia, ma anche alcuni aspetti che potrebbero passare in secondo piano, ma hanno la loro importanza come, ad esempio, la qualità della voce. Non sempre il citofono garantisce una comunicazione nitida e una buona percezione sonora, può capitare che non si capisca bene l’interlocutore alla porta con il fastidio di doversi far ripetere chi è e cosa vuole. Per questo è sempre meglio verificare prima dell’acquisto il livello audio e se la trasmissione della voce arriva chiara attraverso il citofono. Non è soltanto una questione di prezzo, per quanto i modelli economici dovrebbero, almeno in teoria, essere più mediocri di altri più costosi, ma non è una regola fissa e si consiglia sempre di verificare di persona.

Altro aspetto che condiziona la scelta è la tipologia della tastiera dotata di numeri e simboli più o meno grandi e visibili. Va da sé che in caso il citofono sia usato da una persona anziana, è preferibile scegliere un modello con display e simboli ben visibili. Viene, poi, lasciata alla discrezionalità soggettiva la scelta di introdurre sottofondi o melodie, regolando il volume di conseguenza, sempre meglio una via di mezzo. Qualora si debba installare una unità esterna, anche in questo caso bisogna fare attenzione ad acquistare modelli impermeabili, in caso contrario alla prima pioggia potrebbero sorgere problemi se il trasmettitore non è al riparo.

Poste in essere queste semplici accortezze, si potrà godere dei vantaggi offerti dal citofono wireless, fra i più semplici da installare e impiegare che, in alcuni casi, fa per due facendo anche le veci del cordless. L’unico svantaggio imputabile a questo dispositivo è che la distanza fra il citofono e la base non può superare i 150 metri, oltre ne risente la ricezione. Dicevamo della semplicità di installazione, niente di più facile, infatti il citofono senza fili si può installare a parete anche senza l’intervento dell’elettricista, basta avere un trapano e qualche tassello per il fissaggio al muro. Nessun vincolo, nessun collegamento, si può mettere dove si vuole, una manciata di minuti e il citofono è pronto all’uso, mentre il ricevitore dovrà essere collocata in prossimità di una spina della corrente per poterlo caricare all’occorrenza.